wordpress stat

Lunedì 23 Ottobre 2017

Visori per provare la realtà virtuale con lo smartphone

L’anno scorso è stato chiamato l’anno della realtà virtuale, e infatti in molti hanno avuto occasione di provare l’esperienza per la prima volta. Ma la tecnologia continua a diffondersi molto lentamente, non tanto per il costo dell’hardware, data la disponibilità di Google Cardboard e Sasmung Gear VR, ma soprattutto a causa della scarsità di contenuti di alta qualità. Ma tutto questo sta per cambiare, infatti le stime per il 2017 sono del 130% di crescita del mercato VR con titoli gaming pensati proprio per il VR e espansione oltre il settore giochi e intrattenimento, con scenari d’uso come lavoro a distanza, sviluppo di prodotti ecc.

Una tale crescita del giro d’affari naturalmente significa migliori contenuti e migliore integrazione dell’esperienza virtuale per gli utenti, ma anche prezzi sempre più abbordabili di dispositivi capaci di simulare in modo soddisfacente la realtà virtuale.

Realtà virtuale

Uno dei più convenienti modi per entrare nel mondo della realtà virtuale e lo smartphone in combinazione con un visore VR. Naturalmente è più facile per chi ha uno smartphone di fascia alta Samsung o LG ad esempio, per il quale esiste un visore compatibile prodotto dalla casa madre.

Ma ci sono sempre più smartphone anche di fascia media capaci di farti entrare nel mondo VR. Per farlo, lo smartphone deve essere dotato di giroscopio, sensore senza di quale l’esperienza VR è pressoché impraticabile. L’altro requisito sullo è una risoluzione dello schermo che permette un’esperienza virtuale soddisfacente: per evitare di vedere tutto sgranato, il minimo sarebbe 1280×720, che oggigiorno è lo standard nella fascia media, ma meglio ancora FullHD e oltre. C’è da considerare inoltre anche la capacità del processore e della GPU, per non farsi venire la nausea dal ritardo nella risposta agli spostamenti ovvero il cosiddetto ‘lag’.

Si spende tra i 20 e i 50 euro per un visore economico, e se vuoi sperimentare e spendere veramente il minimo puoi prenderne anche uno di cartone da 10 euro. Il punto focale, perdonate il gioco di parole, sono le lenti, ed infatti il visore senza lo smartphone è in buona sostanza una scatola con un paio di lenti. La qualità delle lenti, e gli angoli visivi che queste permettono, determinano in gran parte la qualità dell’esperienza. Ma ci sono funzionalità come tasti di comando sul visore, telecomandi, regolazione della distanza focale e della distanza interpupillare, auricolari ecc.

Ecco allora alcune proposte di visori convenienti con i quale puoi sperimentare con la realtà virtuale:

Visore VR Box 3D

Visore 3D VR Box

Questi occhiali offrono un campo visivo di 80 gradi, e hanno in dotazione un telecomando Bluetooth, con il quale si può comodamente interagire con il telefonino quando è inserito nel visore. Hanno la possibilità di regolare la lunghezza focale e la distanza dell’oggetto, e per quanto riguarda l’ergonomia, si adattano alle dimensioni della testa con la fascia regolabile.

Visore Remax 3D RT-VM02 FIELD

Visore Remax RT-VM02

Il visore Remax VR oltre a essere molto leggero ha lenti che rendono possibile un campo visivo di 95 gradi. Inoltre consentono la regolazione della distanza focale e interpupillare per la massima comodità, anche per chi ha problemi di vista.

Visore Forever VRB-300

Visore Forever VRB-300

Questo visore è interessante per la presenza sul lato della scocca di tasti con i quali si può interagire con lo smartphone, regolare il volume, navigare i menu ecc. Non meno importante il campo visivo consentito dalle lenti: questo va fino a 120 gradi, e il fatto che è regolabile la distanza focale. Può ospitare smartphone con dimensioni dello schermo comprese tra 4,5 e 5,5 pollici, ed è dodato di una apertura laterale attraverso la quale si può inserire il cavo per ricaricare il cellulare.

Prova dunque l’esperienza della realtà virtuale senza spendere una cifra, rimarrai stupito da quanto è diventata accessibile. Da uno sguardo ai visori disponibili su MyTrendyPhone!

Di' quello che pensi

Facci sapere cosa stai pensando...
se si desidera una foto per mostrare con il proprio commento, si può ottenere tramite gravatar!

Devi essere loggato per inserire un commento.